Comunicazione: 9 Passi per lasciare il segno secondo Miranda Sorgente

Comunicazione

Comunicazione: 9 Passi per lasciare il segno secondo Miranda Sorgente

Miranda Sorgente nel suo libro “Love Management” evidenzia l’importanza di una comunicazione efficace e ci induce a riflettere attentamente prima di trasformare i nostri pensieri in parole.

L’uomo è l’unico essere vivente a disporre dell’uso della parola, perciò è fondamentale sapere come usare questo dono al meglio per noi e per gli altri. È questo lo strumento principale attraverso il quale possiamo creare relazioni autentiche, finalizzate a valorizzare gli altri e a realizzarci pienamente. L’uomo è un animale sociale, un essere relazionale che non può prescindere dal rapporto con gli altri e soltanto attraverso quest’ultimo e all’autenticità dello stesso può mirare a diventare Il Migliore Se Stesso.

Il libro nasce su esplicita richiesta dei propri clienti, amici e collaboratori, di condividere quanto da lei appreso in anni di formazione, professione ed esperienza personale attraverso un messaggio che possa durare nel tempo. Si rivolge e tutti coloro che stanno facendo un percorso di crescita e che vogliono migliorare il proprio modo di comunicare e la qualità della propria vita.

L’autrice conduce un’analisi approfondita dello scopo dell’atto comunicativo, sostenendo  che la sintonizzazione con il nostro interlocutore deve avvenire ancor prima della vera e propria comunicazione.

Migliorando tua comunicazione puoi lasciare il segno nelle persone e nelle più disparate occasioni. Qui di seguito ti presentiamo nove passi per riuscire a rendere la tua comunicazione efficace.

Comunicazione: 9 passi per lasciare il segno

1) Rivolgiti ad un Coach

La qualità della tua vita è profondamente influenzata dalla qualità della tua comunicazione che è determinante soprattutto se rivesti una posizione di rilievo come quella di manager in azienda.

Per migliorare la qualità della tua comunicazione puoi cominciare rivolgendoti ad un coach e se vuoi apprendere  tecniche e segreti del mestiere devi praticare  un’immersione totale nella materia.

L’assunto fondamentale è che comunichiamo in ogni momento anche se spesso non lo facciamo con la dovuta consapevolezza. Stabiliti con il coach i principi cardine sui quali incentrare il percorso da fare, è necessario mettere in pratica i suoi suggerimenti anche se questi non dovessero apparire molto chiari.

La disciplina, infatti è la più grande alleata.

2) Comunica per gli altri

La differenza, secondo Miranda, tra parlare e comunicare è che quando comunichi con altre persone il tuo intervento non è per te, ma per i tuoi interlocutori. Quando si parla, si ha in mente soltanto il proprio punto di vista e non può esserci confronto perché ognuno è immerso nel proprio“io” con poche speranze di apertura verso l’esterno e quindi di una comunicazione efficace.

Bisogna allora invertire l’idea di processo comunicativo più ricorrente che s’incentra essenzialmente su una base cronologica e che prevede a sua volta un messaggero, un messaggio  e solo in fine, un messaggiato. In realtà, se si vuole realmente comunicare, bisogna cambiare l’ordine della sequenza e trasformarla in “messaggiato, messaggio, messaggero”: chi riceve il messaggio viene per primo.

3) Crea empatia con il tuo interlocutore

Quando si comunica alle persone, occorre chiedersi chi è il proprio pubblico e conoscere la tipologia di individui che lo compongono, le loro aspettative, i loro bisogni, i loro interessi.  Il numero di persone a cui ci si rivolge, riveste un’importanza relativa: la preparazione rispetto al proprio intervento deve essere modulata in relazione all’importanza degli interlocutori, indipendentemente dal loro numero.

Certo non  è sempre facile conoscere chi si ha di fronte per capirne il punto di vista e a cui adeguarsi, per questo occorre sapere come fare. In un primo momento si nota soltanto l’aspetto superficiale della persona, ma andando a fondo, ecco che appaiono gli strati più profondi, come le azioni e i comportamenti di quel determinato individuo e infine i suoi valori. Più si va a fondo e più è possibile allontanarsi dalle apparenze e trovare le basi su cui costruire una conoscenza vera e trasparente, lontano dai pregiudizi.

4) Struttura il tuo discorso

Il secondo punto focale della comunicazione risiede nella struttura del discorso, lo strumento primario affinché i pensieri possano trasformarsi in parole.

Elaborare una struttura, infatti, ti permette di non dimenticare  i punti chiave della comunicazione e dà la possibilità di aggiungere creatività al tutto. Essa si compone di apertura, concetto, prove, conclusione; ma ogni punto può essere ulteriormente approfondito.

5) Sii un vero Messaggero

Il Messaggero deve essere preparato, consapevole e cosciente, se vuole veramente fare la differenza. Il Messaggero non è solo iniziatore di una conversazione a due, ma è portatore di qualcosa di totalmente genuino, che trascende il messaggio.

La persona diventa Messaggero, nel momento in cui è autentica, libera da qualunque maschera, semplicemente se stessa, permettendo così un dialogo, un vero e proprio contatto cuore a cuore.

Comunicare con il cuore significa dunque mettere da parte la propria corazza adoperata fino a quel momento e prendere coraggiosamente coscienza di sé, fino al punto di non aver più timore del giudizio degli altri.

6) Acquisisci nuove abilità nel comunicare

Potrai acquisire nuove abilità nel comunicare attraverso il superamento di tre livelli  fino ad arrivare ad un quarto livello al quale si giunge dopo una una presa di coscienza degli altri:

  • Il primo livello, definito sindrome incompetente incosciente consiste nel pensare che la causa dei propri problemi sono gli altri. Dal superamento del primo livello passerai a quello successivo.
  • Il secondo livello chiamato incompetente-cosciente è quello in cui emerge una consapevolezza delle proprie lacune, della propria comunicazione non sempre efficace. Si comprende, quindi, che il problema risiede in se stessi e non negli altri. La comprensione e l’accettazione di questo livello, permette il cambiamento e il passaggio al livello successivo.
  • Il terzo livello prende il nome di competente-cosciente, in questa fase la persona è consapevole di cosa vuole fare e dove vuole arrivare, anche se avverte come limite lo sforzo di agire in modo non naturale o diverso dal solito.
  • Il quarto e ultimo livello, denominato competente-incosciente, consiste proprio nel raggiungimento della spontaneità e della consapevolezza del proprio agire.

7) Favorisci il confronto per superare il dissidio

Puoi sempre snodare un dissidio programmando incontri con i tuoi interlocutori, ad esempio un Colloquio Mensile, al fine di facilitare il dialogo. Quale promotore di una tale iniziativa devi suscitare un clima di fiducia ottimale, in modo che i partecipanti-collaboratori non vivano una situazione di  sfida o di scontro, quanto piuttosto una vera e propria occasione di scambio e apertura.

In secondo luogo, devi considerare il fattore tempo, cioè rispettare e accettare che il cambiamento sia soggettivo e che per ciascuno richiede tempi differenti.

Esporre una critica nei confronti di una persona può suscitare e scatenare diverse possibili reazioni nel ricevente: indirizza le tue critiche al miglioramento e alla risoluzione del problema e alla valorizzazione della persona, tutto ciò aiuta sicuramente a rinforzare il rapporto, che diventa costruttivo per entrambe le parti.

8) Misura le tue parole

Le parole che utilizzi producono conseguenze nel tempo, condizionando in modo duraturo e permanente il tuo interlocutore.

“Le parole possono essere fiori o veleno” nella misura in cui si decide cosa voler ottenere e cosa le guida, se la paura o l’amore.

Le parole sono paragonabili a un sassolino gettato nell’acqua: questo, nel momento in cui sfiora la superficie cristallina, produce una serie di cerchi concentrici che continuano a prodursi diffondersi anche quando il sassolino è stato assorbito completamente dall’acqua.

Le parole rimangono nel tempo e nel tempo continuano a condizionare colui al quale sono state rivolte.

9) Entra in contatto con le persone

Condividere è un elemento centrale, poiché per quanto tu sia un singolo individuo non ti puoi considerare indipendente in modo assoluto: sei necessariamente connesso agli altri.

Entrare in contatto con le persone, secondo Miranda Sorgente, significa pertanto “riuscire a vedere il divino dell’altro disgiungendolo dalla altrui corporeità”, è qui che il cambiamento prende atto.

Se l’articolo ti è piaciuto, lascia un commento oppure iscriviti al nostro portale sulla pagina Registrati  per saperne di più. Puoi anche seguire i nostri aggiornamenti su Supporto Marketing.

Giornalista, Web Editor e Copywriter. Mi appassiona ogni forma di comunicazione, in particolare nel contesto pubblicitario, con speciale interesse per lo studio dei linguaggi dei media digitali e del social web. Sono formatore esperta di Web Content Marketing e strategie di Marketing.

Comments

  • Jan Zac | Nov 23,2017

    Hello ,

    I saw your tweets and thought I will check your website. Have to say it looks very good!
    I’m also interested in this topic and have recently started my journey as young entrepreneur.

    I’m also looking for the ways on how to promote my website. I have tried AdSense and Facebok Ads, however it is getting very expensive.
    Can you recommend something what works best for you?

    I also want to improve SEO of my website. Would appreciate, if you can have a quick look at my website and give me an advice what I should change: http://janzac.com/
    (Recently I have added a new page about FutureNet and the way how users can make money on this social networking portal: http://janzac.com/how-to-earn-money-with-futurenet-and-futureadpro/ )

    I have subscribed to your newsletter. 🙂

    Hope to hear from you soon.

    P.S.
    Maybe I will add link to your website on my website and you will add link to my website on your website? It will improve SEO of our websites, right? What do you think?

    Regards
    Jan Zac

  • Leave a Reply

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *







    x
    Login