Successo – Crescita Personale

Category Archive Successo – Crescita Personale

Persuasione

Persuasione: 12 Consigli facili per essere convincente

Tutte le volte che qualcuno ti dice di conoscere il segreto per avere successo nella vendita apri bene le orecchie e preparati all’ascolto, ma sii consapevole che la verità è che non esiste alcun segreto assoluto per vendere.

Riuscire ad aumentare in modo esponenziale le proprie vendite è il frutto di duro lavoro, il risultato della costruzione di una fitta rete di contatti, il prodotto di dedizione al miglioramento delle proprie capacità di comunicazione e di conoscenza delle tecniche più avanzate di persuasione.

Ti domandi com’è possibile che alcune persone siano così incredibilmente persuasive? Se tutti siamo in grado di usare queste abilità?

Attenzione, voglio precisare che persuasione non significa coercizione. La persuasione è un modo per cambiare l’atteggiamento di qualcuno senza violenza.

Studiando il profilo dei migliori leader politici, dei manager aziendali di successo e dei più influenti esponenti spirituali, noi di Supporto Marketing abbiamo raccolto dodici lezioni che possono servirti ad essere più convincente.

12 Consigli facili per essere persuasivo:

1) Sfrutta il principio della Reciprocità

Siamo individui equilibrati e l’idea di ricevere un dono gratuito comporta un senso di disagio nella maggior parte delle persone. Quando qualcuno fa qualcosa per te, ti senti costretto a fare qualcosa per ricambiargli il favore.

Ancora più importante, puoi sfruttare in modo sproporzionato la reciprocità a tuo favore. Fornendo piccoli gesti di attenzione, puoi ottenere di più in cambio che gli altri saranno lieti di offrirti. Su questo primo fondamentale pilastro della persuasione ti consigliamo di leggere “Persuasione” di Robert Cialdini.

2) Persisti

La persona che è disposta a continuare a chiedere ciò che vuole e continua nella sua direzione è in ultima analisi la più persuasiva. Il modo in cui tante figure storiche hanno infine persuaso le masse è stato mostrarsi persistenti nei loro sforzi e coerenti nel loro messaggio.

Considera che Abraham Lincoln ha fallito in numerosi affari e ha perso otto distinte elezioni prima di essere eletto presidente degli Stati Uniti.

3) Sprigiona simpatia

Siamo tutti colpiti in modo positivo dai complimenti sinceri e siamo più inclini a dare fiducia alle persone che ci provocano buoni sentimenti. Tendiamo a fidarci delle persone simpatiche ed anche l’aspetto estetico gioca la sua parte.

4) Non deludere le aspettative altrui

Sai gestire le aspettative di chi ti circonda? L’amministratore delegato che promette un aumento del 20% delle vendite e fornisce un aumento del 30% è ricompensato, mentre il medesimo CEO che promette un aumento del 40% e fornisce il 35% viene punito. Non esagerare ingenerando false aspettative negli altri, questo atteggiamento alla lunga è senz’altro controproducente.

5) Fai leva sulla scarsità

Oltre a ciò che è necessario per sopravvivere, quasi tutto ha valore su una scala relativa. Vogliamo cose perché altre persone vogliono queste cose. Se vuoi che qualcuno voglia ciò che hai, devi rendere ricercato quell’oggetto.

6) Crea urgenza

Devi essere in grado di instillare un senso di urgenza nelle persone affinché vogliano agire immediatamente. Se non siamo abbastanza motivati ​​per volere qualcosa in questo momento, è improbabile che troveremo la motivazione in futuro. Dobbiamo persuadere la gente nel presente e l’urgenza è la nostra arma più preziosa.

7) Non temere il giudizio degli altri

A volte il modo più efficace per convincere qualcuno è raccontare esperienze personali o formulare opinioni che nessun altro è disposto a dire. Le dure verità possono riguardare anche gli eventi più penetranti e significativi della nostra vita. Non avere paura del giudizio di pubblico e spesso le risposte degli altri ti sorprenderanno.

8) Impara a trasferire energia

Alcune persone assorbono la nostra energia, mentre altre ce la infondono. Le persone più persuasive sanno trasferire le proprie energie agli altri per motivarle e rinvigorirle. A volte puoi farlo semplicemente attraverso il contatto visivo, il tocco fisico, la risata, il pathos nelle risposte verbali o anche solo l’ascolto attivo.

9) Sii chiaro

L’arte della persuasione consiste nel semplificare ogni concetto al suo nucleo essenziale e comunicare agli altri ciò che a loro davvero interessa.

10) Essere preparato ti dà un vantaggio

La preparazione meticolosa consente una persuasione efficace. Ad esempio, puoi migliorare drasticamente le tue probabilità di essere selezionato al colloquio di lavoro se sei pienamente esperto dei prodotti, dei servizi e dell’attività che svolge l’azienda che intende assumere.

11) Gestisci lo stress

Nessuno è più efficace quando va “in tilt“. Se si verifica una situazione di forte stress e di tensione, devi riuscire a rimanere calmo, gestendo lo stress e le tue emozioni. Nei periodi di crisi può accadere di perdere il controllo e di rivolgersi ad altri per farsi guidare in quei difficili momenti.

12) Infondi certezze

Non esiste alcuna qualità rassicurante, inebriante e attraente come la certezza. La persona che infonde un senso di certezza negli altri risulterà sempre convincente. Se davvero credi in quello che fai, sarai sempre in grado di persuadere gli altri a fare ciò che è giusto per loro e nel loro interesse, ottenendo ciò che vuoi in cambio.

Se l’articolo ti è piaciuto, lascia un commento oppure iscriviti al nostro portale sulla pagina Registrati  per saperne di più. Puoi anche seguire i nostri aggiornamenti su Supporto Marketing.

Giornalista, Web Editor e Copywriter. Mi appassiona ogni forma di comunicazione, in particolare nel contesto pubblicitario, con speciale interesse per lo studio dei linguaggi dei media digitali e del social web. Sono formatore esperta di Web Content Marketing e strategie di Marketing.

Comunicazione

Comunicazione: 9 Passi per lasciare il segno secondo Miranda Sorgente

Miranda Sorgente nel suo libro “Love Management” evidenzia l’importanza di una comunicazione efficace e ci induce a riflettere attentamente prima di trasformare i nostri pensieri in parole.

L’uomo è l’unico essere vivente a disporre dell’uso della parola, perciò è fondamentale sapere come usare questo dono al meglio per noi e per gli altri. È questo lo strumento principale attraverso il quale possiamo creare relazioni autentiche, finalizzate a valorizzare gli altri e a realizzarci pienamente. L’uomo è un animale sociale, un essere relazionale che non può prescindere dal rapporto con gli altri e soltanto attraverso quest’ultimo e all’autenticità dello stesso può mirare a diventare Il Migliore Se Stesso.

Il libro nasce su esplicita richiesta dei propri clienti, amici e collaboratori, di condividere quanto da lei appreso in anni di formazione, professione ed esperienza personale attraverso un messaggio che possa durare nel tempo. Si rivolge e tutti coloro che stanno facendo un percorso di crescita e che vogliono migliorare il proprio modo di comunicare e la qualità della propria vita.

L’autrice conduce un’analisi approfondita dello scopo dell’atto comunicativo, sostenendo  che la sintonizzazione con il nostro interlocutore deve avvenire ancor prima della vera e propria comunicazione.

Migliorando tua comunicazione puoi lasciare il segno nelle persone e nelle più disparate occasioni. Qui di seguito ti presentiamo nove passi per riuscire a rendere la tua comunicazione efficace.

Comunicazione: 9 passi per lasciare il segno

1) Rivolgiti ad un Coach

La qualità della tua vita è profondamente influenzata dalla qualità della tua comunicazione che è determinante soprattutto se rivesti una posizione di rilievo come quella di manager in azienda.

Per migliorare la qualità della tua comunicazione puoi cominciare rivolgendoti ad un coach e se vuoi apprendere  tecniche e segreti del mestiere devi praticare  un’immersione totale nella materia.

L’assunto fondamentale è che comunichiamo in ogni momento anche se spesso non lo facciamo con la dovuta consapevolezza. Stabiliti con il coach i principi cardine sui quali incentrare il percorso da fare, è necessario mettere in pratica i suoi suggerimenti anche se questi non dovessero apparire molto chiari.

La disciplina, infatti è la più grande alleata.

2) Comunica per gli altri

La differenza, secondo Miranda, tra parlare e comunicare è che quando comunichi con altre persone il tuo intervento non è per te, ma per i tuoi interlocutori. Quando si parla, si ha in mente soltanto il proprio punto di vista e non può esserci confronto perché ognuno è immerso nel proprio“io” con poche speranze di apertura verso l’esterno e quindi di una comunicazione efficace.

Bisogna allora invertire l’idea di processo comunicativo più ricorrente che s’incentra essenzialmente su una base cronologica e che prevede a sua volta un messaggero, un messaggio  e solo in fine, un messaggiato. In realtà, se si vuole realmente comunicare, bisogna cambiare l’ordine della sequenza e trasformarla in “messaggiato, messaggio, messaggero”: chi riceve il messaggio viene per primo.

3) Crea empatia con il tuo interlocutore

Quando si comunica alle persone, occorre chiedersi chi è il proprio pubblico e conoscere la tipologia di individui che lo compongono, le loro aspettative, i loro bisogni, i loro interessi.  Il numero di persone a cui ci si rivolge, riveste un’importanza relativa: la preparazione rispetto al proprio intervento deve essere modulata in relazione all’importanza degli interlocutori, indipendentemente dal loro numero.

Certo non  è sempre facile conoscere chi si ha di fronte per capirne il punto di vista e a cui adeguarsi, per questo occorre sapere come fare. In un primo momento si nota soltanto l’aspetto superficiale della persona, ma andando a fondo, ecco che appaiono gli strati più profondi, come le azioni e i comportamenti di quel determinato individuo e infine i suoi valori. Più si va a fondo e più è possibile allontanarsi dalle apparenze e trovare le basi su cui costruire una conoscenza vera e trasparente, lontano dai pregiudizi.

4) Struttura il tuo discorso

Il secondo punto focale della comunicazione risiede nella struttura del discorso, lo strumento primario affinché i pensieri possano trasformarsi in parole.

Elaborare una struttura, infatti, ti permette di non dimenticare  i punti chiave della comunicazione e dà la possibilità di aggiungere creatività al tutto. Essa si compone di apertura, concetto, prove, conclusione; ma ogni punto può essere ulteriormente approfondito.

5) Sii un vero Messaggero

Il Messaggero deve essere preparato, consapevole e cosciente, se vuole veramente fare la differenza. Il Messaggero non è solo iniziatore di una conversazione a due, ma è portatore di qualcosa di totalmente genuino, che trascende il messaggio.

La persona diventa Messaggero, nel momento in cui è autentica, libera da qualunque maschera, semplicemente se stessa, permettendo così un dialogo, un vero e proprio contatto cuore a cuore.

Comunicare con il cuore significa dunque mettere da parte la propria corazza adoperata fino a quel momento e prendere coraggiosamente coscienza di sé, fino al punto di non aver più timore del giudizio degli altri.

6) Acquisisci nuove abilità nel comunicare

Potrai acquisire nuove abilità nel comunicare attraverso il superamento di tre livelli  fino ad arrivare ad un quarto livello al quale si giunge dopo una una presa di coscienza degli altri:

  • Il primo livello, definito sindrome incompetente incosciente consiste nel pensare che la causa dei propri problemi sono gli altri. Dal superamento del primo livello passerai a quello successivo.
  • Il secondo livello chiamato incompetente-cosciente è quello in cui emerge una consapevolezza delle proprie lacune, della propria comunicazione non sempre efficace. Si comprende, quindi, che il problema risiede in se stessi e non negli altri. La comprensione e l’accettazione di questo livello, permette il cambiamento e il passaggio al livello successivo.
  • Il terzo livello prende il nome di competente-cosciente, in questa fase la persona è consapevole di cosa vuole fare e dove vuole arrivare, anche se avverte come limite lo sforzo di agire in modo non naturale o diverso dal solito.
  • Il quarto e ultimo livello, denominato competente-incosciente, consiste proprio nel raggiungimento della spontaneità e della consapevolezza del proprio agire.

7) Favorisci il confronto per superare il dissidio

Puoi sempre snodare un dissidio programmando incontri con i tuoi interlocutori, ad esempio un Colloquio Mensile, al fine di facilitare il dialogo. Quale promotore di una tale iniziativa devi suscitare un clima di fiducia ottimale, in modo che i partecipanti-collaboratori non vivano una situazione di  sfida o di scontro, quanto piuttosto una vera e propria occasione di scambio e apertura.

In secondo luogo, devi considerare il fattore tempo, cioè rispettare e accettare che il cambiamento sia soggettivo e che per ciascuno richiede tempi differenti.

Esporre una critica nei confronti di una persona può suscitare e scatenare diverse possibili reazioni nel ricevente: indirizza le tue critiche al miglioramento e alla risoluzione del problema e alla valorizzazione della persona, tutto ciò aiuta sicuramente a rinforzare il rapporto, che diventa costruttivo per entrambe le parti.

8) Misura le tue parole

Le parole che utilizzi producono conseguenze nel tempo, condizionando in modo duraturo e permanente il tuo interlocutore.

“Le parole possono essere fiori o veleno” nella misura in cui si decide cosa voler ottenere e cosa le guida, se la paura o l’amore.

Le parole sono paragonabili a un sassolino gettato nell’acqua: questo, nel momento in cui sfiora la superficie cristallina, produce una serie di cerchi concentrici che continuano a prodursi diffondersi anche quando il sassolino è stato assorbito completamente dall’acqua.

Le parole rimangono nel tempo e nel tempo continuano a condizionare colui al quale sono state rivolte.

9) Entra in contatto con le persone

Condividere è un elemento centrale, poiché per quanto tu sia un singolo individuo non ti puoi considerare indipendente in modo assoluto: sei necessariamente connesso agli altri.

Entrare in contatto con le persone, secondo Miranda Sorgente, significa pertanto “riuscire a vedere il divino dell’altro disgiungendolo dalla altrui corporeità”, è qui che il cambiamento prende atto.

Se l’articolo ti è piaciuto, lascia un commento oppure iscriviti al nostro portale sulla pagina Registrati  per saperne di più. Puoi anche seguire i nostri aggiornamenti su Supporto Marketing.

Giornalista, Web Editor e Copywriter. Mi appassiona ogni forma di comunicazione, in particolare nel contesto pubblicitario, con speciale interesse per lo studio dei linguaggi dei media digitali e del social web. Sono formatore esperta di Web Content Marketing e strategie di Marketing.

parlare in pubblico

10 Tecniche degli esperti per superare la paura di parlare in pubblico

Secondo recenti statistiche la paura di parlare in pubblico è la seconda più comune dopo la paura della morte.

Il public speaking, l’arte di parlare in pubblico, è una tecnica che si sviluppa con pratica e tanto esercizio ma la cosa principale da ricordare è questa: il contenuto conta quanto il contenitore.
Saper parlare in pubblico oggi non è solo una skill importante che può rivelarsi il tuo asso nella manica, ma un asset fondamentale per chi fa impresa, per i professionisti di ogni settore e per tutti quanti abbiano la necessità di migliorare la propria comunicazione.

Giornalista, Web Editor e Copywriter. Mi appassiona ogni forma di comunicazione, in particolare nel contesto pubblicitario, con speciale interesse per lo studio dei linguaggi dei media digitali e del social web. Sono formatore esperta di Web Content Marketing e strategie di Marketing.

Read More

gestione dell'ansia

4 Consigli semplici per gestire la tua ansia

L’ ansia è una reazione emotiva ad un pericolo che percepisci come imminente.

Solitamente può essere difficile individuare quei pensieri che ti provocano ansia, specialmente se per molto tempo si manifestano in modo quasi automatico ed incontrollato.

Quale situazione mi turba? “;”Come penso di affrontarla?”;”Cosa intendo fare?”. Queste sono solo alcune delle domande che occorre porsi per riuscire ad identificare meglio i tuoi stati di ansia.

Giornalista, Web Editor e Copywriter. Mi appassiona ogni forma di comunicazione, in particolare nel contesto pubblicitario, con speciale interesse per lo studio dei linguaggi dei media digitali e del social web. Sono formatore esperta di Web Content Marketing e strategie di Marketing.

Read More

crescita personale

Crescita personale: 7 Passi per condurre una vita felice

Il segreto per una vita piena e soddisfacente è investire costantemente sul tuo miglioramento e sulla tua crescita personale.

Avere una vita felice non significa possedere più soldi, una macchina costosa, abitare in una mega villa con piscina.. o almeno non solo! Una vita felice è prima di tutto la formula che meglio si adatta alla tua personalità, alle tue ambizioni, ai tuoi sogni, quelli veri, non prestati da altri o che credi possano andare bene anche per te.

Giornalista, Web Editor e Copywriter. Mi appassiona ogni forma di comunicazione, in particolare nel contesto pubblicitario, con speciale interesse per lo studio dei linguaggi dei media digitali e del social web. Sono formatore esperta di Web Content Marketing e strategie di Marketing.

Read More

x
Login